News

Elastografia ShearWave (SWE) affidabilità predittiva nella diagnosi del cancro alla prostata

By 28 Dicembre 2018 No Comments

Risultato di uno studio durato 5 anni ha rilevato che l’elastografia ShearWave (SWE) SuperSonic è in grado di rilevare sino all’ 89% dei tumori all’interno della prostata, o ad altri al di fuori, che risultano essere molto più aggressivi. Questa nuova tecnica identifica con più precisione l’area cancerogena, definendo posizione e livello di trattamento.

Il cancro alla prostata è il tumore più comune negli uomini in Francia, ed è anche il secondo tumore maschile più diagnosticato al mondo. Purtroppo ad oggi, i più comuni metodi di screening come DRE, test del PSA, l’ecografia convenzionale, risonanza magnetica, la biopsia casuale non raggiungono livelli di prestazioni soddisfacenti, perché manca ancora il riconoscimento di molti tipi di cancro per riuscire così a identificare le aree da trattare, mentre potrebbero essere semplicemente monitorate, come da studi eseguiti da alcuni ricercatori dall’ University of Dundee,  che hanno apportato potenziali miglioramenti di screening e diagnosi, dimostrando che l’uso dell’elastografia ShearWave (SWE) non è invasivo, è meno costoso e offre “molto più precisione e affidabilità” rispetto ai test attualmente utilizzati.

In conclusione, i ricercatori della University of Dundee hanno confermato l’efficacia del ShearWave Elastografia (SWE) SuperSonic Imagine associato ad ultrasuoni convenzionali per l’identificazione di foci cancerose nella prostata, perché questa tecnica che si basa sulla misurazione della durezza dei tessuti, generalmente indicativi di una zona cancerosa sospetta ed evita la compressione del tessuto per misurare la sua elasticità, che era un grave ostacolo per i metodi della elastografia precedente.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.