Passa emendamento al Decreto Fiscale, esonerati Medici e Farmacisti dall’obbligo di fatturazione elettronica nel 2019

Disposizioni di semplificazione in tema di fatturazione elettronica per gli operatori sanitari

26 NOV - Per il 2019 sono esclusi dall'obbligo di fatturazione elettronica gli operatori sanitari. Lo ha deciso la commissione Finanze al Senato, che ha approvato alcuni emendamenti al decreto Fiscale.
Il riferimento della proposta di modifica è quello dei soggetti tenuti all'invio dei dati al Sistema tessera sanitaria ai sensi del Dlgs 175/2014. Nel decreto legislativo citato, si spiegava che, ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi, le Asl, Ao, Irccs, Policlinici universitari, farmacie, presidi di specialistica ambulatoriale, strutture per l'erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, gli altri presidi e strutture accreditati per l'erogazione dei servizi sanitari e gli iscritti all'Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri, avrebbero dovuto inviare al Sistema tessera sanitaria i dati relativi alle prestazioni erogate.,
1. Per il periodo d'imposta 2019 i soggetti tenuti all'invio dei dati al Sistema tessera sanitaria, ai fini dell'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, ai sensi dell'articolo 3, commi 3 e 4, del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, e dei relativi decreti del Ministro dell'economia e delle finanze, sono esonerati dall'obbligo di fatturazione elettronica di cui all'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, con riferimento alle fatture i cui dati sono inviati al Sistema tessera sanitaria. I dati fiscali trasmessi al Sistema tessera sanitaria possono essere utilizzati dall'Agenzia delle entrate anche per finalità diverse dall'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.».