Vuoi davvero risparmiare a discapito dell’efficienza tecnologica?

Investire in tecnologia richiede una visione chiara dei propri obiettivi, soprattutto quelli finanziari. La tecnologia progredisce rapidamente, perché le aziende leader investono notevoli risorse in ricerca e sviluppo. Questo, però, incrementa il costo da sostenere per l’acquisto di una tecnologia, quando nuova. Spesso, si ricorre all’acquisto di un bene nuovo ed a buon prezzo a discapito della tecnologia. Convinti di aver sostenuto un investimento conveniente, però, si trascurano alcuni dettagli importanti:

Prestazioni ed efficienza infieriori

Acquistare attrezzature obsolete o che lo saranno in pochissimo tempo riduce l’efficienza produttiva e, di conseguenza, il ritorno sull’investimento di capitale.

Costi di sostituzione prima dell’ammortamento

Sostituire un bene prima dell’ammortamento previsto dal piano d’investimenti significa sommare il costo di sostituzione al capitale investito. In breve: l’erogazione dello stesso servizio richiederà un investimento maggiore (rispetto all’acquisto della nuova tecnologia) a discapito dell’efficienza produttiva

Tecnologie non upgradabili

Investire nell’acquisto di un bene economico significa acquistare qualcosa che non sarà possibile ammodernare.

Con buone probabilità l’azienda produttrice deve smaltire le proprie giacenze prima di mettere quel bene fuori produzione e dismettere i programmi di assistenza e/o manutenzione.

Maggiori costi di manutenzione

Un bene strumentale obsoleto richiede spesso maggiori cure, vero?
Oltre ai costi di assistenza e manutenzione andranno considerati i costi dovuti al fermo macchina ed al disservizio creato ai pazienti.

Responsabilità legale

Investire in un bene strumentale prodotto in economia significa anche acquistare qualcosa che non abbia superato molti test di mercato.
In definitiva, trattasi di un bene non sicuro che potrebbe comportare maggiori responsabilità legali al tecnico e mettere il medico nelle condizioni di incertezza diagnostica.

Se costa di più, chiedimi Perché. Se costa di meno, chiediti Perché.

Il paziente ed il professionista devono essere sempre pronti a porsi questa domanda per comprendere le dinamiche di alcune aziende costruttrici che, riducendo la qualità dei materiali, i test di affidabilità e gli studi scientifici, scaricano proprio sull’utente finale tutti i rischi.

Tecnologie analogiche e digitali a confronto

La tecnologia digitale garantisce un’accuratezza diagnostica superiore ad una dose radiogena molto più bassa rispetto a quella analogica.

I costi delle tecnologie digitali si sono molto ridotti e sono diventati più accessibili. E' possibile dunque ammodenare, aggiornare o sostituire, nel proprio centro medico, quelle apparecchiature che sono ormai diventate poco sicure ed obsolete.

Nell’attuale panorama medicale vi sono apparecchiature analogiche ormai considerate superate che molte aziende produttrici hanno addirittura smesso di commercializzare da anni.

Attualmente sono più diffuse sul mercato apparecchiature (superate da almeno dieci anni) che si basano sull’utilizzo di tecnologie analogiche combinate con quelle ai fosfori.

Attenzione
Le apparecchiature con una tecnologia superata, anche se a volte molto performanti, erogano una dose massiccia di radiazione per incrementare la definizione dell’imaging diagnostico.

Guardare al futuro significa guardare in digitale e in 3D

Le tecnologie del futuro sono tutte tridimensionali e digitali. La diagnostica offre a condizioni sempre più accessibili tecnologie digitali e 3D che garantiscono accuratezza nella diagnosi ed evitano in alcuni casi di effettuare altri esami diagnostici con grandi apparecchiature come TAC e RM.

Tecnologia 2D e tecnologia 3D

Nella tomografia computerizzata 3D l’immagine produce uno strato, come se il corpo fosse “tagliato” a vari livelli. Con questa tecnica si possono evidenziare anche immagini con piccole differenze di contrasto.

Nella radiografia tradizionale 2D sono ben visualizzabili invece solo strutture che offrono un alto grado di contrasto.

Se invece si utilizziano apparecchiature di ultima generazione digitali come Tomosintesi 3D in mammografia, Tomosintesi 3D in radiologia tradizionale e 3D Cone Beam tac dentale i risultati diagnostici saranno enormemente più precisi e sicuri.